Mario Passarini: "Ritratto di Benedetto Di Pietro" anno 2009

 

   

   

   

   

   

Già dal 1962 alcune sue poesie vengono pubblicate su giornali studenteschi, ma le raccolte poetiche in lingua italiana compariranno a partire dal 1983 con Passatopresente , in cui sono inserite molte delle poesie apparse su antologie precedenti. Nel 1985 pubblica Eco silente (Campus, Lodi); nel 1991 Sembiante, (Prometheus, Milano), con una nota introduttiva di Guido Oldani; nel 1994 Tra sella e l’infinito, (Prometheus, Milano), con una illuminante Introduzione di Giuseppe Miligi; nel 2008 pubblica con Prometheus Canto del mio dire, con un saggio introduttivo di Giuseppe Panella che fa un excursus su tutta la produzione poetica di Di Pietro. Studioso del dialetto galloitalico parlato a San Fratello, suo paese di origine, che codifica con l’aiuto di Vincenzo Orioles dell’Università di Udine e Salvatore C. Trovato dell’Università di Catania, cerca di farlo conoscere anche negli ambienti accademici scrivendo in tale dialetto testi di poesia e di narrativa. Pubblica così la raccolta di racconti brevi Àmi d carättar ‘Uomini di carattere’ (Akron, Furci Siculo, 1996) con un saggio di Vincenzo Orioles e Introduzione di Giuseppe Cavarra. Nel 1998 esce la raccolta di proverbi e detti sanfratellani Ghj’antiègh d’sgiàiu accuscì ‘Gli antichi dicevano così’ (Akron, Furci Siculo) con Introduzione di Giuseppe Cavarra. Nel 1999 esce nella collana “Progetto galloitalici” dell’Università di Catania, la raccolta di poesie Â tarbunira ‘All’imbrunire’ (Il Lunario, Enna) con un saggio glottologico di Salvatore C. Trovato e Postfazione di Giuseppe Miligi. Questa raccolta è stata oggetto della tesi di laurea di Loredana Cantone discussa presso l’Università di Catania nel 2003. Nel 2000 esce il percorso poetico fiabesco U scutulan di la rraca ‘Lo scossone della rocca’ (Montedit, Melegnano), con Postfazione di Vincenzo Orioles. Nel 2004 il Centro Internazionale sul Plurilinguismo dell’Università di Udine pubblica le sue Faräbuli ‘Favole’, 42 favole di Jean de La Fontaine scelte e riscritte nel dialetto sanfratellano, con Prefazione di Vincenzo Orioles.   

Nel 2007 ha dato alle stampe I primi canti lombardi di San Fratello (Montedit, Melegnano), un’analisi filo-glottologica dei canti popolari sanfratellani pubblicati da Lionardo Vigo e Luigi Vasi, nella seconda metà dell’Ottocento   

(Atti del convegno “Comunità linguistiche in movimento – Accenti sanfratellani nel nord Italia” Comune di Viggiù (VA), 29.05.2010, a cura di Beppe Galli e Giuseppe Scavone) – B. Di Pietro “San Fratello: evoluzione nel tempo e nella parlata” ) pp. 23-82.

“Il canto della pernice” (Manni Editori, San Cesario di Lecce 2009), un romanzo breve di respiro internazionale.

La raccolta di racconti brevi “In una sera” (Montedit, Melegnano 2013).

Il romanzo “L’Allegra Repubblica di Queras” (Manni Editori, San Cesario di Lecce 2014), una favola moderna che bene rispecchia il comportamento degli uomini di fronte al potere e in particolare la situazione politica nazionale.

Benedetto Di Pietro – Benedetto Iraci: “Sbughjann nta li paradi (pascendo tra le parole)” (Montedit, Melegnano 2015) – Dizionario dei fitonimi e informazioni sull’agricoltura di San Fratello (ME), con aggiunta di detti e proverbi nel dialetto galloitalico locale;

Presso l’Università della Terza Età di Melegnano, da anni tiene corsi sul Rapporto tra poesia e musica e sulla Scrittura creativa.   

.

Ha in corso di pubblicazione con la Prometheus (Milano) la raccolta di poesie in lingua “Risoluzioni involutive”. L’uscita del libro è prevista per settembre 2016.